Freccia servizi

News

Martedì, 09 Maggio 2017 15:16

IMPRESA: Contributi fino al 50% a fondo perduto per le PMI Abruzzesi

La Regione Abruzzo ha emanato un bando per sostenere le imprese ricadenti in aree di crisi non complesse, a valere sui fondi POR-FESR 2014-2020.

 

La finalità è quella di finanziare piani di rilancio delle aziende operanti nelle aree interessate, che prevedano investimenti per riconversione industriale, razionalizzazione, realizzazione di nuovi prodotti o rinnovamento di impianti e processi produttivi.

Sono ammessi anche progetti di modernizzazione dei processi gestionali, dell'organizzazione, del marketing di imprese esistenti e di nuova costituzione.I progetti dovranno prevedere una spesa minima di 50.000 euro e massima di 200.000 euro, ad esclusione dei costi IVA che sono a carico del richiedente.

 

IL CONTRIBUTO CONCEDIBILE

Il contributo concedibile, calcolato in riferimento all'ammontare delle spese ritenute ammissibili, non può essere superiore a € 200.000,00, nel rispetto della regolamentazione europea prevista per il regime de minimis.​

 

RISPETTO ALLA SPESA TOTALE PER L'INVESTIMENTO, POSSONO ESSERE RICHIESTE LE PERCENTUALI DI CONTRIBUTO DAL 30% AL 50% a FONDO PERDUTO​

 

Potranno essere ammessi progetti:

A – Di investimento produttivo, volti, prioritariamente, all'implementazione di un nuovo prodotto o al significativo miglioramento del metodo di produzione già avviato, ottenuto attraverso cambiamenti di tecniche, attrezzature e/o software tendenti a diminuire il costo unitario di produzione e/o ad aumentare la capacità produttiva. In aggiunta alle tipologie di intervento sopra specificate, i potenziali beneficiari possono prevedere, nell'ambito di un progetto di investimento produttivo, interventi di miglioramento/adeguamento sismico degli stabilimenti adibiti a sede delle attività produttive, nella misura massima del 30% del totale dell'investimento ammissibile.

B – Progetti di investimento in promozione, volti all'implementazione di nuove metodologie di marketing che comportano significativi cambiamenti nella promozione dei prodotti o nelle politiche di prezzo, con esclusione delle spese di pubblicità.

 

Beneficiari – Possono partecipare al bando:

Le micro, piccole e medie imprese che, a pena di inammissibilità, alla data di pubblicazione del presente Avviso sul B.U.R.A.T., devono essere iscritte nel registro delle imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura (di seguito CCIAA) territorialmente competente, con codice ATECO 2007 principale limitatamente ai settori riportati nell'Allegato A dell'Avviso pubblico;

Le mPMI di nuova costituzione, anche se inattive, devono, alla data di pubblicazione del presente Avviso sul B.U.R.A.T., a pena di inammissibilità, essere iscritte nel registro delle imprese presso la CCIAA territorialmente competente, con codice ATECO 2007 principale limitatamente ai settori riportati nell'Allegato A dell'Avviso pubblico;

Le società consortili che, alla data di pubblicazione del presente Avviso sul B.U.R.A.T., a pena di inammissibilità, devono essere costituite da PMI con le caratteristiche sopra indicate e le cui attività principali corrispondono ai codici ATECO 2007, limitatamente ai settori riportati nell'Allegato A dell'Avviso pubblico;

 

Le Domande di Ammissione al finanziamento devono essere presentate, a pena di esclusione, a partire dal giornolunedì 15 maggio 2017 ore 10:00fino al giorno mercoledì 28 giugno 2017 ore 12:00.