Freccia servizi

News

In riferimento alla problematica fattispecie degli 'Atti persecutori', di cui all'art. 612bis c.p., una recente pronuncia della Cassazione (20531/2014) ha precisato che, ai fini della configurabilità del reato, non occorre la presenza di un 'danno' clinicamente accertato da parte di un referto medico, essendo necessario e sufficiente il mero comportamento…
La Cassazione, Sez. I penale, con sent. 16712/2014, ha deciso un caso in materia di diffamazione aggravata, che vedeva imputato un militare dell'Arma dei Carabinieri che aveva espresso apprezzamenti poco lusinghieri su un collega (non nominato espressamente), mediante la pubblicazione di un 'post' dal proprio profilo Facebook. La Corte d'Appello…
La recente giurisprudenza si è più volte interrogata sul rapporto tra la rete e la protezione dei dati personali, soprattutto in riferimento al cd. diritto all'oblio, ovverosia al diritto individuale di chiedere ed ottenere la rimozione dei suddetti dati in presenza di particolari condizioni. Con la recentissima sent. 131/12, la…
La Cassazione, Sez. II penale, ha pronunciato una importante sentenza (51433/2013) relativa alla individuazione dei confini tra estorsione ed esercizio arbitrario delle proprie ragioni. Secondo il giudice di legittimità, il discrimen si collocherebbe non sul profilo del fatto, inteso nella sua accezione materiale (ben potendo, questo, figurare identico in entrambi…
La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 7269/2013 ha stabilito che, laddove il nascituro sia affetto da particolari patologie, che lo condurranno ad una menomazione permanente ed apprezzabile, il medico ha l'obbligo di darne specifico avviso ai genitori. Ciò rileverebbe, essenzialmente, ai fini della decisione della donna di interrompere…
La Cassazione, Sezione VI civile, con sentenza 2539/2014, ha ricordato che, tra gli obblighi posti a carico dei coniugi dal c.c. (art. 143), figura quello relativo alla fedeltà, la cui violazione non può che condurre alla impossibilità di proseguire il ménage, e, di conseguenza, alla fine della convivenza e alla…
Con la sentenza del 17 aprile 2014, n. 8965, la I Sezione civile della Corte di Cassazione ha offerto utili precisazioni in merito al delicato e controverso tema delle occupazioni ablatorie della P.A. , oggetto di numerose pronunce negative da parte della Corte E.D.U. In particolare, in caso di occupazione appropriativa…
Sulla questione di legittimità sollevata dal Tribunale di Bergamo (settembre 2013), la Consulta si è pronunciata per l'incostituzionalità del reato di 'Omesso versamento di IVA', nella parte in cui, relativamente ai fatti commessi fino al mese di settembre 2011, prevede la punibilità per omissioni di importo inferiore a 103.291,38 euro…
Dinanzi alla III Sezione Penale della Cassazione si è posto l'interrogativo circa la possibilità che l'omesso versamento di ritenute alla fonte, di cui all'art. 10 bis, d.lgs. 74/2000, potesse escludersi allorquando il soggetto agente non abbia ottemperato al fine di fronteggiare la crisi economica, e, dunque, con il proposito di…
La Cassazione, Sez. II civile, con sent. 8346/2014 ha stabilito che, di per sé, l'essere in una condizione di cecità, anche totale, non costituisce una presunzione assoluta di incapacità a sottoscrivere un atto, dal momento che anche il non vedente può essere considerato una persona dotata di capacità di autodeterminarsi.…